Comunicare con i figli: come fare bene?

famiglia genitori figli

Comunicare con i figli: come fare bene?

Non toccare! Non cadere! Sei un incapace! Sei uno stupido! Si fa così e basta!
Comunicare con i figli non è sempre facile: quante volte ci siamo rivolti ai nostri figli in questo modo? Se non altro spinti dall’esasperazione per il loro comportamento?
Può essere comprensibile, ma è SBAGLIATO per la loro crescita e per la costruzione della loro identità.

Comunicare con efficacia e persuasione nei confronti dei figli è un’esigenza e una grande opportunità. Guidarli nella crescita, nella scoperta, nella comprensione, salvaguardandoli dai rischi e fornendo loro gli esempi, gli stimoli e gli strumenti più efficaci secondo il periodo della vita che si trovano a vivere, è una delle sensazioni maggiormente sentite da un genitore.

Il libro di Alessio Roberti

Alessio Roberti nel suo libro “Le parole per crescere tuo figlio”, fa un esempio illuminante, racconta di quando è andato a prendere il figlio a scuola e questi, a testa bassa, lo saluta e si incammina verso l’auto. Appena gli chiede cosa è successo, questi risponde che un’amica di classe gli ha detto che le sue scarpe fanno schifo.
Qualsiasi genitore risponderebbe tranquillizzando il figlio che le sue scarpe sono bellissime, e questo è quello che Alessio Roberti dice di aver fatto. Poi dobbiamo fare una riflessione sulla comunicazione.
Con le parole possiamo insegnare molto ai nostri figli. Con una comunicazione adeguata possiamo consentirgli di comprendere adeguatamente il mondo e formarsi una identità adeguata alla sua crescita.
Rispondere al figlio: “per me le tue scarpe sono bellissime”, può servire a consolarlo in quel momento ma non lo aiuta a crescere.
La domanda chiave è: “E tu cosa ne pensi?”

Alessio Roberti sottolinea che tutti i bambini e i ragazzi sono condizionati dal giudizio dei coetanei e degli adulti.
Dando maggior valore alle loro opinioni e ai loro punti di vista li aiutiamo a non farsi condizionare dagli altri e a pensare con la loro testa.
Comprendere un modo migliore e soprattutto più efficace per comunicare con i bambini, i ragazzi e gli adolescenti è un incredibile risorsa per aiutarli e aiutarsi nel proprio ruolo di genitori.

La Programmazione Neuro Linguistica offre molti strumenti e soluzioni per mettere in pratica tutto ciò.

Giorgia Cacciante
Seguimi su
Latest posts by Giorgia Cacciante (see all)